Seguici sulla tua mail

DONA IL TUO 5 X 1000 AD AUSER

Il tuo 5 per mille ad Auser sostiene le attività del Filo d'Argento, il telefono amico degli anziani.
Il tuo 5 per mille ad Auser significa consentirci di migliorare ed ampliare i servizi che ogni giorno offriamo agli anziani, soprattutto a quelli che vivono da soli. Il tuo 5 per mille ci consente di aiutarli ad affrontare con più serenità la vita di ogni giorno : trasporto protetto per visite mediche, aiuto a domicilio, consegna della spesa o dei farmaci, opportunità di svago, informazioni. Nel 2014 i volontari del Filo d'Argento hanno effettuato più di 1 milione e 800mila servizi ed aiutato 384.000 persone in difficoltà.
Ricorda, non ti chiediamo soldi in più, solo una piccola parte di quelli che già versi e che firmando, puoi decidere a chi destinare. Non dimentichiamo i nostri anziani.


Nella Dichiarazione dei redditi, scrivi nell'apposito spazio il codice fiscale 97321610582

Grazie alla tua firma ad Auser, tanti anziani hanno ritrovato il sorriso.



COMPITI A SCUOLA - Un 'intera comunità al servizio dei ragazzi



UN'INTERA COMUNITÀ AL SERVIZIO DEI RAGAZZI



Giovedì 10 novembre presso i locali della scuola secondaria di primo grado Caio Giulio Cesare si è svolto il primo incontro di formazione dei tutor, all’interno del progetto "Compiti a scuola", il progetto che il nostro istituto intende realizzare con la collaborazione e il supporto di due associazioni di volontariato di Osimo: l’Auser e il Rotary. Sicuramente un progetto simile in altre città sarà già stato collaudato, ma nella nostra realtà rappresenta proprio una novità, questo anche l’amministrazione ha fatto pervenire il suo incoraggiamento grazie al presenza della Presidente del consiglio comunale ad inaugurare i lavori.
Il progetto si propone come un punto di riferimento dopo l'aula.
L’intenzione è quella di organizzare attività di studio pomeridiano, svolgendo appunto i compiti insieme, con volontari che offrano un sostegno a tutti quei ragazzi che non possono essere seguiti a casa dai genitori, a quanti non riescono a darsi un metodo e ad acquisire la graduale autonomia per eseguire i compiti e sviluppare gli apprendimenti.
L'AUSER,il ROTARY e l’istituto CAIO GIULIO CESARE, collaborando con le scuole e le Università, hanno attivato la ricerca e la formazione di volontari, genitori, studenti universitari e delle scuole superiori, ex insegnanti, disponibili ad affiancare gli insegnanti delle scuole durante lo svolgimento dell'attività di studio pomeridiano.
 

Un ruolo imprescindibile è quello svolto dai Tutor: sono ragazzi che frequentano le scuole superiori ai quali si chiede interesse per l'esperienza e motivazione. Svolgono la loro attività con la supervisione di un docente di riferimento. Questi adolescenti, svolgendo funzioni di tutor, affiancano i ragazzi delle scuole medie ed elementari nello studio e nello svolgimento dei compiti.
 
 
Fra i primi e i secondi ci sono pochi anni di differenza ma la responsabilità che i tutor si assumono, l'impegno e la freschezza con cui portano avanti il loro lavoro li rende, agli occhi dei più piccoli, dei Maestri da seguire ed ascoltare con fiducia.
D'altro canto i tutor crescono, anche grazie a questa esperienza, con fiducia nelle proprie capacità e disponibilità all'impegno personale. Del resto la loro partecipazione rientra nel progetto ancora più esteso rappresentato dall’alternanza scuola-lavoro, che rappresenta una nuova modalità di fare scuola, per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.
Proprio per questo motivo l’istituto Caio Giulio Cesare si è occupato della formazione di quasi 40 tutor, provenienti dal liceo scientifico di Osimo e dal liceo di scienze applicate di Castelfidardo. Ad ogni ragazzo viene fornito un semplice manuale dove trovare consigli pratici, indicazione teoriche e normative, indicatori per l’autovalutazione, tutto accompagnato da power point e video motivazionali che non hanno certo lasciato indifferenti questi volenterosi ragazzi che giovedì scorso hanno già partecipato al primo incontro di formazione.
Che altro aggiungere?
Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo (Henry Ford)…allora buon lavoro a tutti gli attori di questo rivoluzionario progetto, perché come sostiene l’antropologa Margaret Mead "Non bisogna dubitare mai che un piccolo gruppo di cittadini coscienziosi e impegnati possa cambiare il mondo. In verità è l’unica cosa che è sempre accaduta"!
 

Tag : ,

LA GIOSTRA! SIAMO ARRIVATI AL TERZO ANNO DEL CAMPIONATO CITTADINO

LA GIOSTRA
Alla riconquista del libero tempo perduto
Campionato cittadino di giochi, lettura e creatività per ragazzi
L’Auser organizza la terza edizione de La Giostra, il Campionato tra le classi della scuola secondaria di primo grado di Osimo, continuando sulla linea tracciata già negli scorsi anni in cui le attività dei ragazzi si sono intrecciate con le tematiche che maggiormente incontrano nella loro quotidianità.
L’intento de La Giostra è dunque quello di riportare i nostri ragazzi a creare giochi e situazioni reali di interazione tra loro e gli altri riproponendo la Gara di Giochi da tavolo con la preziosa collaborazione della Torre Nera , la Gara di lettura che quest’anno verrà gestita dalla Biblioteca Comunale di Osimo e la competizione poetica in modalità Poetry slam con l’aiuto della Dott.ssa psicologa Barbara Coacci
DESTINATARI
Ragazzi di prima e seconda di Scuola Secondaria di Primo Grado. Le classi potranno partecipare sia per intero che attraverso piccoli gruppi.
CAMPIONATO A TRE PROVE
Il campionato prevede tre diverse tipologie di prove con relativa classifica a punti, affrontando il tema del difficile percorso di accettazione di sé nel periodo adolescenziale; per ciascuna prova andranno attribuiti dei punteggi e a fine campionato si decreterà la squadra vincitrice
1° STEP GARA DI GIOCHI DA TAVOLA: Giocosamente
Attività: gare con giochi da tavola su cui si sfideranno dalle 3 alle 4 squadre formate da gruppi di alunni in base al numero complessivo di partecipanti.
Spazi: da definire in base alle scuole che aderiranno all’iniziativa
Tempi: febbraio
2° STEP GARA DI LETTURA: Libralamente
A tutte le classi partecipanti verrà proposta la lettura del libro Vado a essere felice di Loredana Frescura.
Il libro racconta la vicenda di Andrea, una ragazza che deve imparare ad accettarsi, convivendo con un corpo che non ama. A questo si aggiunge l’arrivo di Gigliola, sua cugina e coetanea, che sembra possedere tutta la bellezza, la sicurezza e la grazia che Andrea non riesce a conquistare. La vita però sa essere bellissima e crudele al contempo: mentre Andrea conosce l’amore di un ragazzo speciale, Gigliola nasconde una sua fragilità, sconosciuta ad Andrea. Questa scoperta imprevista darà una svolta alla vita di entrambe.
Attività: gara di lettura gestita dalla Biblioteca Comunale con modalità che varieranno in base al numero di partecipanti
Spazi: una delle sale di Palazzo Campana
Tempi: seconda metà di marzo
3° STEP GARA DI POESIA: Artisticamente
Attività: ciascuna squadra dovrà comporre sul tema oggetto della Giostra Io e il cibo: dal corpo alla mente. Intorno alla metà di aprile verrà organizzato il secondo Poetry Slam di Osimo in cui le varie squadre si sfideranno declamando le proprie poesie. Le poesie saranno valutate da una giuria popolare sorteggiata lo stesso giorno della sfida tra il pubblico presente.
Spazi: da definire in base al numero dei partecipanti.
Tempi: metà di aprile
CONCLUSIONE
Nel mese di maggio verrà decretata la squadra vincitrice alla presenza di tutte le squadre partecipanti con attestato di partecipazione e premi di varia natura.


Modulo di iscrizione da far pervenire all’AUSER CULTURA entro il 15 novembre
ISTITUTO COMPRENSIVO: ………………………………………………………………………..
CLASSE PARTECIPANTE
NOME DELLA SQUADRA
NUMERO ALUNNI
DOCENTE REFERENTE

















































Il presidente di Auser Matteo Biscarini

La responsabile di Auser Cultura Monica Carteletti


CONTATTI
AUSER CULTURA
Monica Carteletti 335 456672
Rossana Balestra 366 5680581

Tag : ,

ENRICO MATTEI, Il futuro Tradito - Venerdi 17/06/2016 ore 17.30 Sala Quattro Colonne, Palazzo Campana


Nuova interessantissima iniziativa organizzata da Auser Volontariato Osimo e Ilari Editore:

Rossana Balestra venerdì 17 giugno alle ore 17.30 presso la Sala Quattro Colonne di Palazzo Campana presenterà l'ultimo capolavoro del giornalista Maurizio Verdenelli.

Il libro ENRICO MATTEI, IL FUTURO TRADITO raccoglie contributi di grandi firme del giornalismo italiano e numerose testimonianze inedite, s’interroga su cosa sarebbe stata l’Italia se Enrico Mattei non fosse stato assassinato in quel giorno di ottobre del 1962 a Bascapé.
 
“What if?”: che Italia sarebbe, quella di oggi, se Mattei fosse vissuto più a lungo, se la sua leggendaria esistenza con il suo immenso e febbricitante talento, non fosse stata disintegrata, a soli 56 anni, da 100 grammi di tritolo sistemati da mani ancora ignote nella carlinga di quell’aereo in quella maledetta sera? Lo svolgimento non è però l’ennesima indagine sulle cause dell’“incidente” ma una raccolta, ragionata e commentata, di una serie di testimonianze e contributi sulla personalità e il ruolo politico che ebbe il presidente dell’Eni in quel periodo della storia d’Italia. Dallo storico Mauro Canali al direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio, dall’imprenditore Francesco Merloni all’inviato del Tg2 Sandro Petrone, fino al preziosissimo racconto degli ex “ragazzi di Mattei”, coloro che lavorarono al suo fianco per anni fino a diventare affermati manager come Egidio Egidi, già commissario straordinario dell’Eni nel 1979-80 e Giuseppe Accorinti, ex amministratore delegato di Agip Petroli.
Ne emerge un ritratto insolito del “santo petroliere” che ha come filo conduttore l’attaccamento di Mattei alla povera gente, il suo impegno di benefattore – mai ostentato – verso le orfanelle, i vecchietti e le suore del convento della Beata Mattia del suo adorato paese adottivo, Matelica (Macerata).
 
Durante la presentazione sarà proiettato il filmato dell’Archivio storico dell ‘Eni “Petrolio e potere. La Sfida di Enrico Mattei”, avremo inoltre l'importante partecipazione del regista Fabio Macedoni e di Maurizio Angeletti alle letture, nonché i saluti del Presidente di Auser Osimo, Matteo Biscarini e un intervento del Sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni.

Per tutto questo e per molto altro Venerdi 17 giugno alle ore 17.30 alla Sala Quattro Colonne di Palazzo Campana
Vi aspettiamo!!!

 

Tag : ,

IL MONDO DELLE API e RISCOPRIAMO LE FONTI

Due ghiotte iniziative hanno visto in campo per l’organizzazione Auser, capofila del progetto, l’associazione La Confluenza e Italia Nostra. La prima giovedì 26 maggio alle 16.30 al Cea. Si è trattato di un laboratorio ambientale dedicato al mondo della api riservato agli over 65 che però hanno potuto portare con sé anche i nipoti.
Il pomeriggio prevedeva anche una merenda.
Il progetto è stato cofinanziato da Regione Marche e ha visto interessati nei mesi scorsi i bambini impegnati nella lezione di teoria sul mondo delle api e poi nella pratica. I bambini infatti sono stati accompagnati a visitare un vero favo, quello di Palazzo Campana, infine è stato organizzato un momento per la lavorazione della cera. Ora si è proposto ai nonni e nipoti un momento di educazione ambientale sullo stesso tema.




Il secondo appuntamento è stato sabato 28 maggio con "Riscopriamo le Fonti", storia gloriosa del passato cittadino immerse nella natura più suggestiva. Italia Nostra, con Rosalba Roncaglia e Giovanni Bambozzi, è stata la guida della passeggiata tra le quattro fonti osimane a ridosso del centro storico. Anche in questo caso il target privilegiato è stato per gli over 65 anche se l’iniziativa era aperta a tutti. 



Nuova iniziativa Auser : NATI PER SCRIVERE

Sabato 16 Aprile ore 18.00 presso IL TEATRO LA NUOVA FENICE di Osimo, nuova importante iniziativa di Auser :

NATI PER SCRIVERE,

un progetto al quale hanno aderito due classi: la 4A e la 4B della primaria Fornace Fagioli e che ha visto i ragazzi cimentarsi nella stesura delle proprie autobiografie.

Nel ringraziare le Insegnanti che li hanno seguiti e cioè:

 la  maestra Fiorenza Fazzini,
 la maestra Stamura Fazzini
 la maestra Morena Marchetti,

che, con estrema dedizione e impegno, si sono rese disponibili a portare avanti con noi questo interessante progetto, unitamente alla  nostra Maria Teresa Marziali, docente ed esperta in Metodologia autobiografica nonché conduttrice dell'evento stesso, invitiamo tutta la cittadinanza alla presentazione degli elaborati.

Sabato 16 /04/2016 ore 18.00 - VI ASPETTIAMO!!!


Tag : ,

CONOSCERE LA GUERRA


La storia vista dalla parte di coloro che hanno pagato con la propria vita il prezzo di una guerra inutile

CONOSCERE LA GUERRA

I tre istituti comprensivi di Osimo, il Fratelli Trillini, la Caio Giulio Cesare e la Bruno da Osimo hanno partecipato con alcune delle loro classi a questa iniziativa che intendeva approfondire la prima guerra mondiale vista dalla parte di coloro che hanno pagato con la propria vita il prezzo di una guerra inutile.

Il progetto promosso dall’Auser Volontariato di Osimo dal titolo “Conoscere la guerra” ha fatto si che martedì 10 maggio le classi abbiano esposto i loro lavori presso il teatro la nuova Fenice di Osimo. 

L’iniziativa si proponeva di rendere consapevoli le giovani generazioni dell’ immensa carneficina rappresentata dalla Prima Guerra Mondiale, quando i nostri contadini, che mai erano usciti dal loro mondo, furono mandati a combattere nelle lontane trincee e affrontare altri contadini, poveri come loro. Allo scopo, Auser Volontariato Osimo ha definito una convenzione con l’Archivio di Stato di Ancona ,l’Istituto Gramsci Marche e il comune di Osimo Testimoni della tragedia sono i nomi scolpiti nel marmo dei monumenti che con la retorica propria di ogni nazionalismo sono stati eretti nei nostri paesi. Per documentare la tragedia della guerra i ragazzi hanno effettuato una ricerca : chi erano, cosa facevano, dove e come sono morti alcuni dei trecentosessantacinque giovani i cui nomi sono incisi nel Monumento ai caduti della guerra 1915- 1918. A gennaio e febbraio 2016, grazie all’ Auser Osimo, gli alunni e le loro insegnanti , sono stati ricevuti, presso l’aula didattica dell’Archivio di Stato di Ancona, in via dell’Agricoltura, ad Ancona dove hanno consultato i fogli matricolari dei caduti osimani nella prima guerra mondiale. Prima di cimentarsi personalmente nella ricerca sono stati accolti nell'aula didattica dell'Archivio dalla dottoressa Passari, che ha illustrato loro un interessantissimo power point sulla Grande Guerra partendo da varie fonti: ruoli matricolari, archivi di famiglia, giornali e immagini dell'epoca. Dopo aver rubato ogni parola dall'introduzione i ragazzi sono entrati realmente in azione! Armati di carta, penna e fotocamera hanno iniziato a cercare nei registri i nominativi che erano stati loro assegnati, ricavandone diverse informazioni: livello di alfabetizzazione, professione, statura, dentatura. Una volta capito il metodo di archiviazione, dal numero di matricola ai registri, i fogli scorrevano velocemente, e con avidità compilavamo i fogli predisposti, fieri di aver trovato le notizie richieste. Rientrati in classe hanno poi  predisposto e realizzato uno splendido lavoro con  lo scopo di analizzare i dati raccolti e fotografati. Inutile dire che hanno abbiamo subito notato la differenza tra studiare sul libro e invece ricavare informazioni da un documento. Insomma questa ricerca in archivio ha creato un vero ponte tra i nostri giovani studenti e una storia purtroppo poi non così lontana, e ora quando andranno ai giardini quelle scritte sbiadite del monumento, avranno per loro un valore diverso.



https://www.youtube.com/watch?v=PjlwA9qFKzo





Tag : ,

LA GIOSTRA : nuova iniziativa POETRY SLAM

VENERDI 15 APRILE ORE 16.30 AL CANTINONE!!!
 
Siete tutti invitati alla simpaticissima gara di poesia che si svolgerà tra gli alunni dell'Istituto Comprensivo F.lli Trillini in collaborazione con Auser Cultura.... La giuria popolare potresti essere tu... Andiamo ad ascoltare ciò che hanno scritto i nostri ragazzi  Venerdì 15 alle 16.30 tutti al Cantinone
 
 
 
 
 

Tag : ,

Gita ad Ascoli Piceno

Domenica 13 Marzo 2016, grazie alla perfetta organizzazione della sig.ra Catia di Benedetto, Auser in collaborazione con altre associazioni di volontariato di Osimo come Avulss, il Campanile, Italia Nostra e la Confluenza, è stata effettuata una gita presso Ascoli Piceno.
Si tratta di una iniziativa contenuta nel progetto "Insieme attivi" finanziato dalla Regione Marche e coordinato dalla Sig.ra Silvia Giuliani.
Di seguito vengono riportati alcuni "momenti" della giornata.



                                                                                                                          Auser Osimo







Tag : ,

CONTINUANO GLI APPUNTAMENTI DELLA SCUOLA DELLE MAMME


Continuano gli appuntamenti della Scuola delle Mamme, un gruppo spontaneo di donne, provenienti da vari paesi del Mondo, che grazie all’associazione di volontariato Auser, si impegnano continuamente ad incrementare il loro ruolo attivo nella società.
Di seguito mostreremo gli eventi intercorsi in questo ultimo periodo.

INCONTRI AL CONSULTORIO
A Dicembre si è concluso “Incontri al consultorio” ovvero un ciclo di cinque giornate svoltosi tra il Consultorio Familiare di Osimo e la Scuola delle Mamme.
In ogni giornata vi era presente un esperto del settore che presentava il proprio ruolo all’interno della struttura.
Le figure coinvolte sono state rispettivamente: l'Assistente Sociale Dott.ssa De Angelis (coordinatrice dell’evento), la Psicologa Dott.ssa Balestra, l'Ostetrica Dott.ssa Mastromatteo e la Ginecologa Dott.ssa Solmas Talebi Chahvar.
Tantissimi gli argomenti affrontati tra cui i timori e pregiudizi verso alcune figure professionali, come ad esempio l'Assistente Sociale, la prevenzione e il prendersi cura del proprio corpo, la maternità, i metodi contraccettivi, il tipo di assistenza che offre il Consultorio e la relazione genitoriale nei confronti dei bambini e/o adolescenti.
Da sottolineare come ad ogni incontro le partecipanti, oltre a seguire scrupolosamente l’insegnante e chiedere eventuali delucidazioni, hanno anche verbalizzato le loro esperienze nei loro Paesi di provenienza.
Sicuramente per il prossimo futuro ci saranno altre attività simili che verranno presto programmate.


MERCATINI NATALIZI
Il 2015 si è concluso con l'esperienza dei mercatini natalizi: una sorta di bancarella, allestita dalle partecipanti della “Scuola delle Mamme” con dolcetti e merende tipiche dei vari Paesi, il tutto accompagnato da un ottimo the bollente.
Un grazie particolare va all'azienda Bambozzi che per la riuscita dell’evento ha donato delle graziose piantine.
L'incasso, verrà utilizzato per coprire parte delle spese per la consueta gita che ogni anno viene effettuata assieme a queste donne. In questo modo non gravando sui bilanci familiari si permette loro di prendere un giorno di vacanza e di svago.


GINNASTICA DOLCE
A gennaio si è svolto un ciclo di quattro incontri di ginnastica dolce gestiti dalla sig.ra Cinzia Mazzieri del Centro olistico Salus.
Ogni iscritta della “Scuola delle Mamme” ha potuto apprendere esercizi riguardanti il rilassamento, la respirazione, la postura e la cura del corpo.

 

SETTIMANA DELLA COOPERAZIONE
Le donne della “Scuola delle Mamme” hanno partecipato in qualità di docenti alla “Settimana della Cooperazione” organizzata dalla scuola Marta Russo di Osimo.
I bambini delle classi III, IV e V elementare (guidati dagli alunni delle classi seconde della scuola media G. Leopardi di Osimo) hanno potuto “viaggiare” attraverso i cinque sensi, un vero e proprio laboratorio fatto di odori, suoni e gusti del Marocco e della Tunisia.
Oltre ad abiti, spezie, favole e stoviglie; fantastici piatti sono stati cucinati per l’occasione dalle mamme per i bimbi scuola.
Un bel momento di conoscenza e di scambio culturale.


 Per il futuro le iniziative della “Scuola delle Mamme” non cesseranno, il prossimo “progetto” sarà scoprire Osimo nella parte sotterranea con un giro turistico nelle grotte.
Insomma una “Scuola” un po' diversa...ma molto entusiasmante.


Auser Volontariato Osimo

Tag : ,

PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DOMESTICI - UNA CASA SICURA PER GLI ANZIANI


Giovedì 17 MARZO dalle ore 16,30 a Palazzo Campana, la nostra Associazione : Auser Osimo, unitamente all' Avulss, al Campanile e ad Italia Nostra, tratterà un argomento di vitale importanza per tutta la cittadinanza ed in particolar modo per la fascia più debole che da sempre caratterizza l'attenzione di Auser: Gli anziani. Parleremo infatti con relatori qualificati degli infortuni domestici. Questi ultimi, comportano ogni anno in Italia un numero di morti superiore a quello conseguente a incidenti stradali o ad infortuni sul lavoro.

Se certamente il domicilio è inviolabile per principio costituzionale, non si deve accettare che rappresenti un rischio per la salute degli individui che vi abitano.

Il ns. obiettivo, con l'iniziativa del 17 sulla prevenzione degli incidenti e degli infortuni nelle abitazioni, è appunto innescare l’avvio di un processo mirato alla prevenzione e al contenimento

del fenomeno infortunistico.

Da una parte, vorremmo essere da stimolo per gli organi competenti .Regione, Comune, Azienda Sanitaria Locale ad organizzarsi per affrontare sistematicamente e non più per sporadici progetti queste tematiche e, dall’altra, vorremmo contribuire ad incrementare la cultura della sicurezza domestica tra i cittadini.

Ogni giorno la stampa riporta la notizia di gravi infortuni avvenuti in ambiente domestico, si va dai bambini che si ustionano con i fornelli, che cadono arrampicandosi su parapetti o mobili o che ingeriscono piccoli oggetti, dagli adulti che si feriscono nell’esecuzione di lavori domestici o di manutenzione della casa, dagli anziani che a causa delle loro fragilità si infortunano in un ambiente che per loro non aveva rappresentato un rischio apprezzabile nel corso di tutta una vita - e che spesso restano intrappolati nella loro casa anche per l’impossibilità di poterne uscire autonomamente, per problemi di spazi o di scale -, sino agli incidenti a causa di impianti difettosi, che vanno dalle esplosioni ed incendi alle intossicazioni letali da ossido di carbonio, senza scordare le folgorazioni.

Questo drammatico bollettino trova certamente risalto mediatico, ma spesso non trova un adeguato sistema di prevenzione che possa effettivamente incidere sul fenomeno.

Oltre alle fragilità delle persone, nelle diverse fasi della loro vita, alle carenze tecniche di strutture, impianti ed attrezzi, l’intervento preventivo deve mirare all’acquisizione della consapevolezza, da parte delle persone, dei rischi presenti nella propria casa, consapevolezza che deve partire dalle capacità delle persone che nella casa vivono. Tutto questo tenteremo di approfondire sperando nel vostro interesse e nella vostra partcipazione.

Vi aspettiamo



Rossana Balestra

Resp. Comunicazioni

Auser Osimo
Tag : ,

Seconda Edizione della GIOSTRA - Alla riconquista del libero tempo perduto


L’Auser, sulla scia del successo e del gradimento dello scorso anno, ha organizzato la seconda edizione de La Giostra, il campionato cittadino di giochi, lettura e creatività per ragazzi.

L’intento de La Giostra è quello di riportare i nostri ragazzi a creare giochi e situazioni reali di interazione tra loro e gli altri: anche quest’anno è stata riproposta la gara di giochi di gruppo (GIOCOSAMENTE) la gara di lettura (LIBRALAMENTE), oltre ad una terza fase che prevede la creazione di testi poetici (ARTISTICAMENTE).

A questa seconda edizione hanno aderito 4 classi della scuola secondaria G. Leopardi (I C, I D, II D e II E) , guidate dalle professoresse Chiara Perin , Caterina Di Benedetto e Argentina Severini.

Nei pomeriggi del 12 e del 19 febbraio presso i locali della scuola Marta Russo ha avuto luogo la prima fase della Giostra, GIOCOSAMENTE, organizzata e gestita dall'associazione ludica La Torre Nera di Osimo

Le ragazze ed i ragazzi partecipanti hanno affrontato il tema "io e l'altro" attraverso la didattica del gioco, condotti dai due membri della Torre Nera: il coach Federico Pierlorenzi e la dott.ssa in scienze dell'educazione Giulia Lantieri.

Attraverso alcuni giochi hanno potuto sperimentare, in un ambiente protetto, l'esistenza di alcune emozioni che la società considera "non produttive" e che tende per questo ad emarginare. Emozioni che però vivono dentro di noi e che sono parte fondante della nostra persona e già solo per questo hanno il diritto di esistere e di essere almeno riconosciute. Quindi i ragazzi hanno potuto riconoscere delle parti profonde di se stessi e sono riusciti ad interagire con i propri coetanei attraverso le emozioni riscoperte, e a sperimentare l'empatia reciproca per portare a termine gli obiettivi proposti durante i giochi.

Non c'è niente di più bello che riscoprire se stessi con gioia e allegria!
 
 
 
Monica Carteletti
Responsabile Auser Cultura






Tag : ,

- Copyright © AUSER OSIMO - Skyblue - Powered by Blogger - Designed by Johanes Djogan -